• PRODUZIONEARTISTICA

  • FORMAZIONEPROFESSIONALE

  • SPETTACOLIEVENTI

LEGGERE STRUTTURE ART FACTORY

Leggere Strutture Art Factory è un contenitore culturale che lavora a 360° sulla Produzione Artistica e Creativa, sulla Formazione Professionale in ambito coreutico, teatrale ed artistico . ll centro accoglie progetti nazionali ed internazionali ponendosi come punto di aggregazione culturale e come contenitore per la diffusione delle arti e della creatività.


LAVORIAMO ALLA CREAZIONE E ALLA PRODUZIONE DI IDEE ED INNOVAZIONE DELLE ARTI

Progettazione e Produzione di spettacoli ed eventi

Progettazione e Produzione di spettacoli ed eventi

Ideazione ed organizzazione di festival, rassegne, convegni, eventi artistici ed aziendali, realizzazione di progetti culturali, promozione e marketing non convenzionale. Realizzazione di spettacoli per adulti e per l’infanzia, interventi performativi per eventi, prodotti tematici, site specific e flash mob.

Formazione Professionale

Formazione Professionale

Leggere Strutture si occupa di formazione professionale per giovani danzatori realizzando ogni anno il progetto DANCES START UP, direziona artistica Brigel Gjoka, danzatore della The Forsythe Company, coreografo ed artista visivo. Il percorso intensivo studia le tecnica della danza classica, contemporanea, di composizione coreografica, ricerca del movimento e creazione di spettacoli dal vivo a livello pratico e teorico con laboratori curati da coreografi, artisti e professionisti del settore. Lo scopo utlimo di DANCE’S START UP è l’inserimento lavorativo ed esperienze professionali in compagnie nazionali ed internazionali tramite interazioni e scambio con l’estero previste durante il periodo di studi.

 Social Art e Didattica

Social Art e Didattica

Realizzazione di percorsi didattici di lezioni, laboratori, workshop in campo coreutico, artistico, teatrale e musicale. Ospitiamo artisti e coreografi nazionali ed internazionali sviluppando in residenza workshop e stage aperti a diverse fasce d’età e capacità. Organizziamo percorsi artistici volti all’integrazione sociale per disabili, anziani e giovani adulti.

 

STAFF

Le parole chiavi del nostro staff professionalità e creatività alla Factory.

Creativi, visionari, danzatori, teatranti, tecnici, organizzatori, artisti

Mattia Gandini

Direzione artistica e Coreografo

View Profile

Mattia Gandini

Brigel Gjoka

Direzione artistica DANCE'S START UP e relazioni estere

View Profile

Brigel Gjoka

Rossella Russo

Direzione Organizzativa

View Profile

Rossella Russo

Lara Russo

Danza Contemporanea

View Profile

Lara Russo

Gioia Morisco Castelli

Danza Contemporanea

View Profile

Gioia Morisco Castelli

Mauro Carboni

Danza Classica

View Profile

Mauro Carboni

Marco Alì

Collaboratore

View Profile

Marco Alì

Tanino de Rosa

Regista e Formatore

View Profile

Tanino de Rosa

Roberto Penzo

Psicologo, psicomotricista, formatore e performer

View Profile

Roberto Penzo

Silvia Bruni

Danzatrice, attrice e formatrice

View Profile

Silvia Bruni

Anna Albertarelli

Coreografa, performer e formatrice

View Profile

Anna Albertarelli

LA FACTORY

UNO SPAZIO IN CUI CREARE, CONDIVIDERE, PROGETTARE

FACTORY

Leggere Strutture Art Factory inizia la propria attività nel 2008 nella città di Bologna all’interno di un ex spazio industriale rinnovato per accoglie un centro di produzione per la danza, corsi di formazione professionale in ambito coreutico, musicale, teatrale, attività didattiche per l’infanzia e l’adolescenza, laboratori per disabili fisici-motori e per la terza età.

Uno spazio multidisciplinare e polifunzionale, in cui si svolgono attività di progettazione culturale, realizzazione ed organizzazione eventi, spettacoli dal vivo.


Condividiamo gli spazi di lavoro tramite residenze artistiche, collaborazioni e coworking.

Ospitiamo diverse professionalità per attuare collaborazioni, sviluppo creativo e professionale, per la costruzione di nuove idee, strategie e forze di lavorative. L’approccio del progetto è trasversale ed attento allo sviluppo di networking e reti d’azione, di collaborazione a livello nazionale ed internazionale.

COWORKING, COLLABORAZIONI, SPAZI ARTISTICI E DI LAVORO

 

SALA MECCANICA

COWORKING

SALETTE DELLE IDEE

SOCIAL ROOM

SPAZIO MOSTRE

BAR

THE COMPANY

La Compagnia fotodance'sstartupLeggere Strutture nasce nel settembre 2004 dall’ incontro tra Mattia Gandini, danzatore, coreografo e direttore artistico e Alessandra Cussini, project manager in ambito culturale e direttore di produzione.Debutta con successo con IL GIOCO, ALTO RUMORE al festival Anzichédanza, a seguito del quale riceve una residenza produttiva e progettuale. L’anno successivo è invitata dal Festival Internazionale ADDA DANZA; dal 2004 produce e realizza spettacoli in circuiti teatrali su tutto il territorio nazionale, nonché progetti didattici in Biblioteche, Mediateche, Teatri, come L’INCARTABAMBINO, uno spettacolo sul riciclo della carta; TI ATTACCO UNA MACCHIA E DIVENTI FELICE, PIMPA!, basato sulle storie della cagnolina a macchie rosse; OMAGGIO A RAVEL, una produzione con musica dal vivo con Pan Gea Orchestra; IL CIRCO DELLE NUVOLE, una fiaba di Gek Tessaro in scena con lo stesso autore e la sua lavagna luminosa; L’ACQUALIQUIDA, una nuova produzione sul consumo critico dell’acqua dedicato ai bambini. Nel marzo 2009 lavora ad un progetto interattivo per otto spettatori chiamato OTTO, TRAMA.MI IN OTTAVA, sulla reazione e il contatto tra pubblico e movimento dei performers. Produce e realizza per il Nuovo Teatro comunale di Vicenza FINO A MEZZANOTTE, la nuova produzione “tout public” sulla Cenerentola, in una scenografia con 40mila paia di scarpe. Prosegue la sua attività di produzione con la creazione nel 2011 di “Object” debuttando al Teatro Kursal di Bari. Nel 2012 attraverso le musiche della Cenerentola di Gioacchino Rossini realizza in versione contemporanea la produzione “La Cenerentola di Rossini” debuttando al Teatro Dehon di Bologna.

i nostri lavori

I nostri lavori

AUDITION SENSATION

Cerchiamo *10 DANCERS* per l'evento musicale piu' spettacolare dell'anno!

Logo Sensation ITW

 Sensation Into The Wild,* in scena il 25 aprile 2014 all’Unipol Arena di Casalecchio di Reno (BO), promette – a partire dalle 22.00 – sei ore di incredibili performance. Mr White, Oliver Heldens, Hardwell, Dyro e Nervo sono i dj che insieme a tutti gli artisti in scena, agli scenografici effetti pirotecnici, ai sinuosi giochi d’acqua e di luce, renderanno questa festa indimenticabile !!

PER PARTECIPARE ALL’AUDIZIONE SCARICA, COMPILA E INVIACI I FILE!

MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE REQUISITI D'IDONEITÀ LA TUA SCHEDA

Dance’s Start Up V

WORK ON PLATFORM

Professional Training Course for Dancers

BRIGEL GJOKA – Direttore Artistico di DANCE’S START UP V

gjoka1“L’arte intesa come il miglior linguaggio di comprensione e comunicazione tra essere umani, va oltre le differenze culturali portando sul campo delle sfide, delle opportunità per la società e per la sua evoluzione. Durante questi anni mi sono confrontato con diversi artisti e forme d’arte, che hanno alimentato la mia conoscenza, allo stesso tempo contradetta. Mi hanno guidato e tutt’oggi mi guidano alla costruzione, allo sviluppo del mio modo di essere e di pensare la danza contemporanea e l’arte, così definendola.”

Questo nuovo anno Brigel Gjoka assume l’incarico di direzione artistica del progetto DANCE’S START UP, impegnandosi ad essere più presente e a portare la sua conoscenza creando una “piattaforma”, un luogo in cui la danza è in grado di soddisfare diversi stili di lavoro, realizzare scambi ed interazioni con artisti di fama internazionale. Un’attenzione particolare è rivolta alla creatività, come principale risorsa per la composizione, arricchendo così il rapporto tra la piattaforma artistica e il percorso professionale.

 

WORK ON PLATFORM – DANCE’S START UP

danza classicaNella prossima stagione 2014/15 offriamo maggiori opportunità ai danzatori di poter fare molteplici tipologie di esperienze:

- Formazione quotidiana di tecnica classica e contemporanea

- Workshop con artisti nazionali ed internazionali di Compagnie di fama internazionale.

- Coinvolgimento in progetti sperimentali proposti in formule di scambio con gli artisti e coreografi ospiti nella piattaforma.

- L'opportunità di visitare ed essere ospitati in una Compagnia di danza Italiana e/o Estera.

 

DANCE'S START UP V

cenerentola40Un percorso di Formazione Professionale con inserimento in produzioni e spettacoli retribuiti in ambito coreutico. Dance's start up - un programma intensivo e mirato che studia linee di creazione artistica e formazione tecnica, ha la durata di 8 mesi per un totale di 960 ore di lavoro (Ottobre - Maggio). Prevede: lezioni giornaliere di tecnica classica e contemporanea, mensilmente workshop, stage, seminari con Coreografi Nazionali ed Internazionali grazie ai quali conoscere ed approfondire gli stili e le tecniche della danza contemporanea. Sono previsti incontri teorici con Professionisti ed addetti ai lavori (musicisti, artisti, critici, tecnici). Ogni partecipante affronterà un percorso sia tecnico che compositivo tramite Laboratori di Composizione Coreografica-Teatrale, studiando tecniche d'improvvisazione e di composizione creativa. Il Corso prevede inoltre la partecipazione a spettacoli e produzioni di Leggere Strutture affrontando così le pratiche di palcoscenico secondo il “learning by doing” arricchiti da una retribuzione per ogni presenza “on stage”. I partecipanti saranno informati e seguiti mensilmente sulle opportunità lavorative ed audizioni. Lo scopo finale del Progetto Dance's Start Up è quello di formare danzatori e danzatrici da inserire all' interno di Compagnie di danza Nazionali ed Internazionali.

BRIGEL GJOKA - Artistic Director of DANCE'S START UP V

gjoka1“Art as the best language of understanding and connecting humans, beyond the difference of cultures have brought in the field challenges and opportunities for the society to the evolution of it. During this years I have been confronted with different artists and art forms, that have nourished my knowledge and at the same time counterpointing it, guiding me to construct my own way of what contemporary dance
and other kind of art forms can be.”

This year Brigel Gjoka is assuming the direction of the project DANCE'S START UP V,while being more present and bringing he's knowledge and creating a platform where dance can meet international artists and different art forms.The focus is located to the creation process and experimental projects as the main resource of artistic composition, enriching the relation between the artist and the platform.

WORK ON PLATFORM – DANCE'S START UP

danza classicaThe coming season will bring more opportunities for the dancers to explore to what is offered by the platform as :
- Everyday classical and contemporary training.
- Workshops with national artist and international guest artist (Choreographers, Visual Artist, Musicians,Teachers,etc.) from the most well known companies in the contemporary dance, worldwide.
- Works and experimental projects proposed by the platform in exchange with the Guest Artist.
- Possibilities of visiting and having exchange within a dancing company in Italy or abroad.

 

DANCE'S START UP V

cenerentola40A professional training course with the possibility of being insert in remunerated productions and shows in different dance sectors, thanks to an intensive and targeted program that examines different guidelines of artistic creation and technical training. The course, lasting eight months for a total of 960 hours of training (October - May), provides daily lessons of classical and contemporary dance technique, workshops| stages| seminaries that will take place monthly with the participation of national and international choreographers, thanks to whom it will be possible to learn and know more about contemporary dance styles and techniques. Tuitions with professionals are also included, about the following subjects: Theatre and Direction about self entrepreneurship and cultural planning, music workshops. Every participant will confront himself with a technical and compositive route through Laboratories of Choreographic - Theatrical composition, studying improvisational and creative composition techniques of dancing and acting mixed with dance. The course provides also the participation in shows and productions by Leggere Strutture, to learn how to get practical on stage, according to the motto“learning by doing”, and being remunerated for every presence on stage. Participants will be followed and informed monthly about working opportunities and auditions; it is the final goal of our Dance’s Start Up project the training of female and male dancers to introduce into dance companies, national and international.

SCARICA IL PROGRAMMA DOWNLOAD PROGRAM

NEW GUEST ARTIST ON PLATFORM

Il progetto è arricchito dalla presenza di artisti internazionali aventi caratteristiche stilistiche e professionali differenti. Questo offre un' importante possibilità ai partecipanti di potersi confrontare con diverse tipologie di lavoro della danza contemporanea. Infatti alla fine del percorso si cerca d' infondere una maggiore consapevolezza sul movimento e sull'arte coreutica per costruire una propria impronta creativa e professionale. Quest'anno siamo lieti di ospitare due importanti artisti internazionali : Eduardo Torroja – della Compagnia Ultima Vez, e Blenard Azizaj – della Compagnia Akram Khan Dance Company.

Continuing to enrich our platform with different artist and different vocabulary and style, is important to us to give the possibilities to the artistes to touch every style of contemporary dance, helping it to find to own way and create the own approach. We are very honored to host for the coming season two important artist with different background This year are Eduardo Torroja from (ULTIMA VEZ) and Blenard Azizaj from (Akram Khan Dance Company)

Eduardo Torroja

ULTIMA VEZ COMPANY

View Profile

Eduardo Torroja

Blenard Azizaj

AKRAM KHAN DANCE COMPANY

View Profile

Blenard Azizaj

WORKSHOP

Teri Weikel

Metodo Feldrekrais and Floor Work

View Profile

Teri Weikel

Carlo Locatelli

Choreographer and dancer

View Profile

Carlo Locatelli

Maria Martinez

Mikel Aristegui Tello

Choreographer and dancer

View Profile

Mikel Aristegui Tello

Brigel Gjoka

Choreographer, Visual art and actual dancer of The Forsythe Company

View Profile

Brigel Gjoka

LABS

Graziano Gambarelli

LightDesign

View Profile

Graziano Gambarelli

Nicola Guazzaloca

Tanino de Rosa

Theater

View Profile

Tanino de Rosa

TEACHERS

Mattia Gandini

Ballet and Choreographer

View Profile

Mattia Gandini

Gioia Morisco Castelli

Contemporary Dance

View Profile

Gioia Morisco Castelli

Lara Russo

Contemporary Dance and Contact Improvisation

View Profile

Lara Russo

Mauro Carboni

 

 

AUDITION

DANCE’S START UP V

Professional Training Course for Dancers

Prossima Audizione SABATO 03 MAGGIO 2014 alle ore 11.00

Ammissione previa Audizione per prenotarsi inviare a segreteria@leggerestrutture.it
C.V e foto - L’ audizione consiste in :
lezione di tecnica classica con il Maestro Mauro Carboni (Accademia Nazionale di Roma), lezione di danza contemporanea con Lara Russo (Tecnica Release e contact improvisation), laboratorio di composizione coreografica con Mattia Gandini (coreografoe direttore artistico di Leggere Strutture Art Factory) e colloquio individuale con lo staff Leggere Strutture.
L’ esito d’ ammissione sarà dato entro e non oltre una settimana dalla data dell’ audizione svolta.
Posti limitati – 16 partecipanti (sia donne che uomini)

Presso Leggere Strutture Art Factory, Via Ferrarese 169/A, Bologna

Next Audition SATURDAY 03 MAY 2014 at 11am

Admission after audition to book a place send to segreteria@leggerestrutture.it
C.V and photo. The audition will be based on :
ballet lesson by Mauro Carboni (National Academy of Rome), contemporary dance lesson by Lara Russo (Technique release and contact improvisation), choreographic composition work by Mattia Gandini ( choreographer and artistic director of Leggere Strutture Art Factory), interview with the candidate.
The outcome of the admission will be given to the participants no later than 7 days after each audition. Places are limited­ 16 participants (male and female)

At Leggere Strutture Art Factory, Street Ferrarese 169/A, Bologna Italy.

SCARICA IL PROGRAMMA DOWNLOAD PROGRAM

CREA

Residenze artistiche per giovani coreografi

L’arte di comporre, principalmente per la scena, per mezzo di passi e figurazioni, il corpo come strumento espressivo che si costituisce come altro da sé fino a creare un’opera d’arte. Leggere Strutture realizza un progetto per avvicinare un giovane artista e danzatore al campo della coreografia.

Offriamo la possibilità a giovani coreografi ed artisti nazionali ed internazionali di realizzare un proprio progetto e/o prime produzioni collaborando con il gruppo di giovani danzatori Dance’s Start Up, durante il loro percorso formativo professionale.

Bando Crea

PROGETTO SELEZIONATO ANNO 2014 “IL CORPO AL PRESENTE” a cura di Francesca Penzo e Giulia Tollis

IL CORPO AL PRESENTE

PROGETTO 2014

View Profile

IL CORPO AL PRESENTE

Francesca Penzo

Danzatrice e Coreografa

View Profile

Francesca Penzo

Giulia Tollis

Drammaturga

View Profile

Giulia Tollis

IL CORPO AL PRESENTE

ATTIVITA’

CORSI – WORKSHOP – LABORATORI

illuminotecnica1

DANZA E TEATRO

danza classicaLivello Avanzato

condotte da Mattia Gandini: Lunedì, Mercoledì, Venerdì dalle ore 10.00 alle 11.30

condotte da Mauro Carboni: Martedì e Giovedì dalle ore 10.00 alle 11.30

Livello Intermedio condotte da Mattia Gandini

Martedì dalle ore 19.00 alle 20.30 – Venerdì dalle ore 18.00 alle 19.30

Livello Unico condotte da Mattia Gandini Sabato dalle ore 11.00 alle 12.30

Le lezioni per tutti i professionisti con contratto in compagnia sono gratuite.

LIBERA IL CORPO condotto da Lara Russo

larasmallGiovedì dalle ore 15.00 alle 17.00 Livello AvanzatoLa lezione si svolge in tre fasi:

Una prima fase di riscaldamento a terra, attraverso i principi della tecnica Release, per connettersi con la respirazione ed esplorazione in modo dettagliato la struttura interna del proprio corpo. IN una seconda fase, continuando con il sostegno del pavimento, inizieremo ad attivare il centro mettendolo in relazione con le estremità, sperimentando gli appoggi, i cambi di peso, la fludità del movimento a terra, per enytrare ed uscire dal suolo. Nella terza fase, riportando la colonna vertebrale nella sua verticale, si amplierà il movimento attraverso frasi coreografate. Si ricerca un tipo di danza morbida, ma compatta, una tecnica che attraverso il lavoro articolare e l’uso del centro come motore del movimento, permetta al danzatore di muoversi liberamente nello spazio, prendendo familiarietà con la gravità, l’equilibrio, i cambi di livello, le cadute, le direzioni.

 

DANZA CONTEMPORANEA condotte da Gioia Maria Morisco Castelli

danzaconteLunedì dalle ore 15.00 alle 17.00 Livello avanzato

 Lunedì e Giovedì dalle ore 19.00 alle 20.30 Livello intermedio

Lunedì e Giovedì dalle ore 18.00 alle 19.00 Livello base

La lezione mira a ristabilire armonia tra corpo e stato emotivo interiore

Una prima parte del riscaldamento è al suolo, per instaurare un contatto con il proprio corpo in relazione con la gravità. Il lavoro a terra ( percezione della muscolatura profonda, allungamento, appoggi ) è finalizzato a stimolare una maggiore consapevolezza fisica, per arrivare a prendere coscienza del supporto osseo ed eliminare le tensioni muscolari. La seconda parte del riscaldamento è edicata ad approfondire e migliorare l’aspetto tecnico. Attraverso una serie di eserci al centro si sviluppa la combinazione tra libertà e fluidità della parte alta del corpo unita ad una base solida, agile e ritmica delle gambe. L’ultima parte della elzione è dedicata a brevi sequenze di danza. Frasi coreografiche dove emerge la cifra stilistica dell’insegnante, in una ricerca dinamica di nuove coordinazioni e dissociazioni all’interno del corpo, con uno scambio continuo tra tonicità, agilità tecnica e morbidezza. Questta classe lavora nel rispetto e nell’ascolto del corpo, per arrivare a scoprere e ad esprimere la propria creatività e personalità attraverso la dinamica di movimento nello spazio.

con musica dal vivo condotto da Monica Zazza

bannermonicazazzaMercoledì dalle ore 19.00 alle 20.30 Livello base

Mercoledì dalle ore 20.45 alle 22.30 Livello intermedio

 Il corso propone lo studio delle danza tradizionali dell’Africa Occidentale ( Guinea, Mali, Costa d’Avorio ) e dello sviluppo che hanno avuto in Europa e in Afroca nel corso degli anni. Partendo da un riscaldamento di tutto il corpo con esercizi di tecnica di base si affronteranno le danza tradizionali con l’accompagnamento delle percussioni dal vivo instaurando così con esse uno scambio energetico ed un dialogo continuo. Queste danze permettono a chi la pratica di sviluppare la percezione e la consapevolezza delle proprie capacità corporee e ritmiche. Durante l’anno non mancheranno momenti di approfondimento musicale degli strumenti tradizionali come djembè e tamburi bassi ( doun doun, sangban e kenkeni ).

Musicisti:Simone Caruso, Gaetano Riccobono, Cico Rosi, Lat Cisse

 

condotto da Contra Mestre Primo

CapoeiraLunedì dalle ore 20.30 alle 22.30

Venerdì dalle ore 19.30 alle 22.00

La capoeira è una forma d’arte proveniente dal Brasile,che combina ritmo, movimento e gioco. È una forma di dialogo tra due giocatori, una conversazione che avviene tramite il movimento che può assumere diverse sfumature di significato. È un gioco, una lotta, una danza. L’unico modo di cappire veramente cos’è la Capoeira è provare.

PROPEDEUTICA ALLA DANZA

condotto da Silvia Bruni

danzacreativaLunedì e Mercoledì dalle ore 17 alle 18 età 6 – 9 anni

Il corso, attraverso il gioco motoreo e la stimolazione ad un approccio creativo, propone le basi per cominciare a danzare in piena libertà espressiva e divertendosi.

La prima lezione di prova è gratuita

 

 

TEATRO DANZA CRESCERE CON CREATIVITÀ

ilteatrodeipiccolicondotto da Silvia Bruni

Mercoledì dalle ore 17 alle 18 età 4 – 8 anni

La prima lezione di prova è gratuita

 

 

ALFABETO ESSENZIALE – LABORATORIO DI RICERCA TEATRALE

da Antigone.

Condotto da Tanino de Rosa


Il mito di Antigone, attraversando i secoli, è giunto fino a noi intatto. Molte volte riscritto, rivisitato. Modello di ogni rivolta individuale contro l’intolleranza, le discriminazioni, la sopraffazione, dunque archetipo attualissimo da cui prende le mosse la seconda parte di Alfabeto essenziale.
Un Laboratorio teatrale che nella prima parte si è occupato degli strumenti di base da cui ripartire ogni volta che si inizia un percorso teatrale, attraverso esercizi di improvvisazione e di recitazione, occupandoci di personaggi provenienti da testi non teatrali e studiando la relazione con l’altro da sé a partire da dialoghi tratti da Il pellicano di Strindberg.
Da gennaio in poi, nella seconda parte di Alfabeto essenziale, sarà ANTIGONE, con il suo esercizio della COMPASSIONE e del RIFIUTO, a condurci per mano a partire dalle scritture di Sofocle e Anouilh affrontando la codificazione teatrale e tradizionale del mito e simultaneamente cercando nella contemporaneità contesti e forme da inventare, costruire, scrivere, chiedendoci anche: Chi è, che forma ha Antigone oggi?
Diventando noi stessi autori di un “quasi-spettacolo”che presenteremo in maggio per alcune sere. Saranno le diverse esercitazioni del Laboratorio teatrale ad indirizzare la ricerca, l’energia creativa degli allievi e il loro abbandono soffice e rigoroso alla pratica artistica.

Laboratorio di 15 incontri aperto a tutti ogni martedì dalle 20.30 alle 23.00 – da gennaio a maggio 2014

Presentazione: il 14 gennaio alle ore 21 e il 21 gennaio alle ore 19

In un periodo molto tormentato della storia tedesca, quello tra il 1977 e il ’78, il film a episodi “Germania in autunno”, firmato da Fassbinder, Kluge, Schlondorff, Boll, racconta di come il potere politico tedesco abbia impedito alla televisione di mandare in onda una versione della tragedia di Sofocle “Antigone”, censurata perché pericolosa nel clima politico agitato di quegli anni.
Sofocle viene considerato “eversivo per l’ordine costituito” e il personaggio di Antigone viene paragonato ai terroristi del gruppo “Baader-Meinhof” e le sue parole censurate.
Questo è solo un piccolo esempio della potenza simbolica, tuttora attualissima, del personaggio di Antigone che nella tragedia darà sepoltura a suo fratello Polinice opponendosi all’ordine del re Creonte di lasciarlo fuori dalle mura della città insepolto e in pasto ai cani e agli uccelli.
Antigone pagherà di persona per questo suo coraggioso intervento, incarnando così il tema della disubbidienza, dell’insubordinazione al potere politico. Come nel caso di Polinice, anche ai tre terroristi della Raf, trovati morti nelle loro celle nell’autunno ’77, verrà lungamente negata la sepoltura dai sindaci di diverse città tedesche e solo quello di Stoccarda avrà compassione per loro accordando il permesso di farli seppellire.

Laboratorio di teatro fisico e danza per disabili fisici motori

condotto da Anna Albertarelli e Roberto Penzo

senzalimiti.jpgSENZA LIMITI è un laboratorio di movimento creativo rivolto ad un gruppo di disabili fisici – motori e abili volontari nel quale poter esplorare insieme la propria capacità motoria ed immaginativa nello spazio in relazione a stimoli visivi, musicali e percettivi. Il gruppo seguirà un percorso di teatro – fisico, in cui studiare e ricercare i possibili espressivi legati al gesto, al quotidiano, alla costruzione di un linguaggio corporeo non verbale sperimentato nello spazio, in relazione ad oggetti ed altri corpi al fine di acquisire valore e significato. Si prevede lo studio di esercizi gestuali ed espressivi di teatro – danza, tali da accrescere manualità e mobilità tramite l’utilizzo di oggetti scenici, in realzione tra abili e disabili. Inoltre verranno utilizzate esercizi e tecniche provenienti dalla danza contemporanea e contact improvisation parte integrante del lavoro grazie al quale i corpi hanno infinite opportunità di relazione e interazione.

Il laboratorio si sviluppa in 12 incontri, i primi 6 conoscitivi – creativi in cui viene attivata la conoscenza del proprio corpo nello spazio, in relazione agli altri e al proprio movimento; gli altri incontri si concentrano sulle tematiche ed esercizi proposti fino a giungere alla conclusione con una breve composizione presentata al pubblico come anteprima del lavoro elaborato.

QUANDO? Ogni venerdì dalle ore 15 alle 18 a partire dal 07 Marzo 2014
Costo:75€ mensili

 

per maggiori informazioni:
Leggere Strutture Art Factory
Via Ferrarese 169/A, Bologna
tel. 051.0951158/59
segreteria@leggerestrutture.it

L’ANTICA SAGGEZZA DEI CHAKRA

Per applicare un’antica scienza orientale al vivere quotidiano

I centri di energia nel corpo umano sono individuati secondo l’antica dottrina indiana dei Tantra nei “Chakra”; queste “ruote”, o “vortici” di energia rappresentano punti del corpo in cui viene elaborata, accumulata e trasmessa l’energia del corpo influendo sugli stati psicofisici dell’individuo. Esistono numerosi Chakra (la medicina orientale parla di oltre 1900), ma noi ci occupiamo in modo particolare dei sette Chakra principali allineati, secondo la tradizione, su di una linea verticale, pressoché corrispondente alla colonna vertebrale.

- Un ciclo di 9 incontri, tutti i giovedì dal 13 febbraio al 10 aprile di cui 7 serate di 1 ora e ½ con Adriano Pilani e Mario Fontanella (dalle 20.45 alle 22.15) 2 serate di approfondimento di 2 ore del Metodo Self con Sauro Tronconi (dalle 21 alle 23)

GIOVEDÌ 06 FEBBRAIO ALLE ORE 20.45 SERATA GRATUITA DI PROVA!

PROGRAMMA CORSO SUI CHAKRA

 

Per maggiori informazioni:

ESPANDE BOLOGNA

tel. 380.7981822 – email bologna@espande.it – www.espande.it

 

 

WORKSHOP

COREOGRAFI ED ARTISTI OSPITI QUEST'ANNO

TAKE IT !SPACE!

A cura di Mattia Gandini e Rossella Russo

3

Take it !Space! è un workshop aperto a tutti danzatori, attori, performer, amatori, acrobati ed interessati a nuove esperienze creative legate al movimento. Il workshop è finalizzato alla creazione di micro performance che interagiscono e sono parti integranti della scenografia di IMAGO FESTIVAL. Ogni partecipante attraverso un percorso di composizione coreografica e creativa ha la possibilità di approfondire e scoprire nuove soluzioni di movimento e qualità creative ed immaginative legate al corpo inteso come struttura materica, forma nello spazio colmo di significato ed energia.

PROGRAMMA
Il laboratorio ha lo scopo di creare task coreografici da utilizzare tramite l’improvvisazione e interazione con proiezioni dinamiche sul palco di IMAGO FESTIVAL 2014. Libero accesso alla creatività e alla ricerca di una forma, di uno stato dell’essere e del proprio divenire… Take it !Space!

QUANDO?

SABATO 10 MAGGIO DALLE ORE 15 ALLE 18

DOMENICA 11 MAGGIO DALLE ORE 15 ALLE 18

NUMERO PARTECIPANTI
Min. 10 / Max. 15 persone

Al Tpo: 
15 maggio 2014 [prove]

16 maggio 2014 [live]

17 maggio 2014 [live]

CHIUSURA ISCRIZIONI: 9 maggio 2014

ISCRIZIONI: imago.workshop@gmail.com

INFORMAZIONI: segreteria@leggerestrutture.it – 051.0951158/59

imagologo

 

 

CORSO TECNICO E LABORATORIO D’IMPROVVISAZIONE

crecc81dit-carlo-locatelliDall’ organico all’ immaginario
L’incontro intensivo su due giorni propone un percorso che partendo dall’organicità sensibile del corpo, porti al risveglio e al coinvolgimento dell’ immaginario come motore dell’ azione creativa.
Contenuti
In una prima parte, il riscaldamento basato sulla respirazione e la propriocezione e poi la classe tecnica (che evolverà progressivamente nella dinamica), permetterranno di entrare nella proposta con una disponibilità corporea al movimento e un attenzione sottile alle sensazioni interne.
La fluidità articolare, il peso, le variazioni toniche, la circolazione del movimento, la globalità corporea, costruiranno un corpo sensoriale attivamente implicato in un processo dinamico, cioé un corpo libero di percepire e agire allo stesso momento. Percezione attiva.
Laboratorio
Con queste premesse si entrerà nella fase del lavoro più laboratoriale, che si ispirerà ad una parte dell’ universo coreografico di Tanaka Min (metereologia del corpo), con il quale ho lavorato una ventina d’anni fa in Giappone e che ha profondamente influenzato una parte della mia ricerca. Alcuni elementi del suo lavoro mi hanno accompagnato in questi anni e si sono transformati, adattati, integrandosi nella mia pratica di danzatore e pedagogo. Presenza corporea, voce, qualità di contatto, disponibilità articolare, respirazione, spazializzazione, saranno cosi rivisitati creativamente grazie à un immaginario e investiti di un’ intenzione poetica e creativa. Improvvisazione guidata : lavoro in solo, coppia, trio.

QUANDO?

Venerdì 25 Aprile dall ore 10 alle 14

Sabato 26 Aprile dalle ore 10 alle 17

Domenica 27 Aprile dalle ore 10 alle 17

INFO E PRENOTAZIONI: segreteria@leggerestrutture.it- tel. 0510951158/59

LA DANZA COME ESPRESSIONE ED ESPLOSIONE DI EMOZIONI

mikel.jpgIntroduzione tecnica dell’ improvvisazione basata sul dialogo, l’ ascolto e il movimento come strumento di comunicazione. In questo modulo intitolato “danza come espressione / esplosione estetica” si cerca di esporre una metodologia di lavoro semplice e diretta basata sull’arte performativa partendo dalla mia esperienza come performer e insegnante e lavorando sul movimento come unica forma di comunicazione. Elencherò alcuni punti di riferimento per far si che si possa avere un’idea del lavoro da sviluppare e si possa costruire, in un lavoro successivo, basato sulla metodologia, di poter essere un buon insegnante o semplicemente di poter acquisire una personale esperienza degli strumenti che permettano di approfondire le conoscenze in questo campo.
RISCALDAMENTO
L’importanza di preparare il corpo sia sul piano muscolare che su quello psicologico per sfruttare al massimo le proprie potenzialità mi sembra essenziale. Il nostro corpo è il nostro strumento e troppe volte è soggetto a stress e tensioni accumulate prima di iniziare a lavorare, è necessario quindi rilassare le energie del corpo per poter iniziare bene un lavoro muscolare. Il riscaldamento che suggerisco è un insieme di esercizi provenienti dalle arti marziali, dallo yoga, esercizi di respirazione, e stretching. E’ importante anche che lo studente si renda conto dei propri limiti per evitare qualsiasi tipo di incidente. Il riconoscimento dei nostri personali limiti, può potenziare il risultato in quanto il muscolo può continuare a lavorare bene per più tempo e più avanti negli anni.
ASCOLTA I TUOI IMPULSI INTERIORI ED ESPLOSIONI ESTETICHE
Successivamente al riscaldamento, il corpo inizia a darci delle direzioni o delle indicazioni rispetto alle sue esigenze, in modo che partendo da esercizi molto semplici possiamo iniziare a ricercare e a lavorare sui nostri impulsi (sulle nostre emozioni) interiori e ricercare ciò che possiamo definire “qualità del movimento” personale o “stile personale” sempre parlando di movimento.
E’ essenziale ascoltare costantemente il nostro corpo per poter rispondere correttamente agli impulsi che ci manda, quanto più rispettiamo questi parametri, tanto più saremo chiari nella comunicazione con altre persone, non stiamo parlando di pantomima o teatro ma di sensazioni ed emozioni difficili da spiegare tramite le parole. Dobbiamo allo stesso tempo darci la possibilità che questo tipo di movimento sia ogni giorno nuovo e che ogni volta che ascoltiamo il nostro corpo gli diamo la possibilità di esprimersi in un modo diverso da come si è espresso il giorno prima, la settimana passata o l’ultima volta che gli abbiamo prestato attenzione.
Una volta acquisita questa connessione e l’ascolto con la parte interiore, possiamo trasportarlo in forme estetiche e nell’immagine propria di estetica, nella propria qualità di movimento in relazione con l’esterno e con gli altri. È praticamente impossibile separare il corpo dalla mente, ma il più delle volte, la mente condiziona il nostro corpo e ne impedisce la connessione con la parte interiore, intuitiva e viscerale. Si cercherà la libertà di espressione e il collegamento diretto con l’interiorità, offrendo l’opportunità di decodificare il nostro movimento interno e la sua forma esteriore, riconoscendo che anche in tal caso possiamo continuare a creare forme e
movimenti estetici. Il movimento più è fedele alla prima parte del lavoro, più chiari e suggestivi saranno i risultati. Comunicazione, il dialogo a due, l’importanza di ascoltare e la chiarezza della proposta: Ora, il nostro corpo in movimento e in piena connessione con la propria parte interiore, viene messo in relazione ad un altro corpo nelle stesse condizioni. La comunicazione,creato da un dialogo unico e irripetibile.
In questa fase si affronteranno esercizi molto semplici di dialogo e ascolto, in quanto ciò che renderà autentico e incredibile il lavoro sarà la comunicazione tra i corpi che hanno acquisito lo stesso livello di ascolto per se stessi e l’altro, lasciando sorpresi gli interpreti stessi nel scoprire nuove forme e nuove dimensioni nello spazio.
Consiglio ai partecipanti del corso ,in caso di dubbi o di confusione, di prendersi del tempo neutro e semplicemente ascoltare,prendersi una pausa nello spazio e di percepire la situazione in modo più chiaro.
Faremo vari esercizi di gruppo,tra tre e otto persone, in questi casi, il rapporto apertura/ascolto è maggiormente subordinato alla reazione/azione.
La responsabilità del gruppo deve essere divisa equamente tra i membri e mantenere una propria responsabilità di se stessi. Il gruppo dividerà spontaneamente i ruoli creando un’energia i membri sperimenteranno diversi ruoli prendendosi il tempo di acquisirli e cercando nuove situazioni e movimenti. Una volta che si trova la dinamica del gruppo è importante cambiare completamente, cercare nuovi membri e nuovi gruppi per ricominciare consapevoli di ciò che abbiamo imparato ed acquisito dal precedente lavoro. Solo i questo modo si possono ricercare nuove forme e situazioni nel pieno rispetto del nostro corpo e degli altri in un gruppo.

QUANDO?

Giovedì 15 Maggio dalle ore 10 alle 17

Venerdì 16 Maggio dalle ore 10 alle 14

Sabato 17 Maggio dalle ore 10 alle 17

Domenica 18 Maggio dalle ore 13 alle 18 + alle ore 19 performance di fine laboratorio (facoltativo)

INFO E PRENOTAZIONI: segreteria@leggerestrutture.it- 0510951158/59

L’ARTE È UN PRETESTO

Laboratorio di filosofia applicata alle arti performative

FLYER L'ARTE E' UN PRETESTOIl laboratorio consiste in un percorso di progettazione e ideazione di un’azione performativa, sulla base di una serie di stimoli mediati da tre fasi di rielaborazione concettuale. Obiettivo: portare la persona alla consapevolezza del proprio pensiero multi dimensionale: emotivo, creativo, critico/argomentativo. Il percorso è facilitato da un metodo di pratica filosofica chiamato Philosophy for Community (P4C), mutuato dalla Philosophy for Children, metodologia pedagogico-riflessiva nata nella metà degli anni ’70 dal filosofo pedagogista Mattew Lipman, con lo scopo di sviluppare nel gruppo di persone coinvolte una comunità di ricerca filosofica. Il laboratorio prende corpo attorno al progetto installativo Se p allora q e Incoming Call Rework di Alice Cesari, composto da una piccola serie di fotografie e da un’audio installazione che sviluppano il tema del linguaggio in senso lato, insieme ad una riflessione sulla presenza e su una cultura dell’acqua nell’ambiente sociale.

 

QUANDO?

Sabato 12 Aprile | h. 14:00 > 19:00 e Domenica 13 Aprile | h. 15:00 > 18:00

h. 18:30 rinfresco e performance finale aperta al pubblico

Costo 35€ per entrambe le giornate di workshop

 

La Bottega di Oz // labottegadioz.com

La Bottega di Oz è un collettivo che si occupa di Filosofia e Arte. Organizza laboratori di filosofia, laboratori creativi, laboratori didattici, caffè filosofici, iniziative di sensibilizzazione alla filosofia attiva, all’indagine comunitaria, secondo il metodo della Philosophy for Community and Children (P4C), per bambini, giovani, adulti, terza età. Svolge attività di consulenza, ricerca e formazione negli ambiti: filosofico, pedagogico, artistico.

Alice Cesari // cesarialice.com

Anno ’86, attiva in Emilia Romagna, studia filosofia a Bologna. La fotografia è intesa come ricerca artistica, materica, analogica. Si estende nel campo dell’installazione, del suono, dal field recording al mixaggio, alla videoarte. Studio e ricerca sono affiancati all’attività espositiva e di critica d’arte.

PROGRAMMA:

Fase 1 // Sabato h 14:00 > 16:00

– lettura aforisma a tema: acqua

improvvisazione singola sul tema

domande e dialogo

– seconda improvvisazione meditata, alla luce del dialogo attenzione analitica e collettiva ai movimenti ricorrenti fatti individuazione della rispettiva forma acquatica assunta

Fase 2 // Sabato h 16:30 > 18:30

– lettura aforisma a tema: comunicazione

improvvisazione a coppie a partire dai movimenti emersi in Fase 1 attenzione alla scelta del partner più simile nell’espressività del tema, nella forma assunta

domande e dialogo, strutturazione di una mappa concettuale

Fase 3 // Domenica h 15:00 > 18:00

– ascolto dell’audio installazione Incoming Call Rework

improvvisazione di gruppo

h 18:30 flusso collettivo che mette in relazione il tema dell’acqua, con quello della comunicazione

PROPEDEUTICA ALLA DANZA

condotto da Silvia Bruni

danzacreativaLunedì e Mercoledì dalle ore 17 alle 18 età 6 – 9 anni

Il corso, attraverso il gioco motoreo e la stimolazione ad un approccio creativo, propone le basi per cominciare a danzare in piena libertà espressiva e divertendosi.

La prima lezione di prova è gratuita

 

 

TEATRO DANZA CRESCERE CON CREATIVITÀ

ilteatrodeipiccolicondotto da Silvia Bruni

Mercoledì dalle ore 17 alle 18 età 4 – 8 anni

La prima lezione di prova è gratuita

 

 

ALFABETO ESSENZIALE – LABORATORIO DI RICERCA TEATRALE

da Antigone.

Condotto da Tanino de Rosa


Il mito di Antigone, attraversando i secoli, è giunto fino a noi intatto. Molte volte riscritto, rivisitato. Modello di ogni rivolta individuale contro l’intolleranza, le discriminazioni, la sopraffazione, dunque archetipo attualissimo da cui prende le mosse la seconda parte di Alfabeto essenziale.
Un Laboratorio teatrale che nella prima parte si è occupato degli strumenti di base da cui ripartire ogni volta che si inizia un percorso teatrale, attraverso esercizi di improvvisazione e di recitazione, occupandoci di personaggi provenienti da testi non teatrali e studiando la relazione con l’altro da sé a partire da dialoghi tratti da Il pellicano di Strindberg.
Da gennaio in poi, nella seconda parte di Alfabeto essenziale, sarà ANTIGONE, con il suo esercizio della COMPASSIONE e del RIFIUTO, a condurci per mano a partire dalle scritture di Sofocle e Anouilh affrontando la codificazione teatrale e tradizionale del mito e simultaneamente cercando nella contemporaneità contesti e forme da inventare, costruire, scrivere, chiedendoci anche: Chi è, che forma ha Antigone oggi?
Diventando noi stessi autori di un “quasi-spettacolo”che presenteremo in maggio per alcune sere. Saranno le diverse esercitazioni del Laboratorio teatrale ad indirizzare la ricerca, l’energia creativa degli allievi e il loro abbandono soffice e rigoroso alla pratica artistica.

Laboratorio di 15 incontri aperto a tutti ogni martedì dalle 20.30 alle 23.00 – da gennaio a maggio 2014

Presentazione: il 14 gennaio alle ore 21 e il 21 gennaio alle ore 19

In un periodo molto tormentato della storia tedesca, quello tra il 1977 e il ’78, il film a episodi “Germania in autunno”, firmato da Fassbinder, Kluge, Schlondorff, Boll, racconta di come il potere politico tedesco abbia impedito alla televisione di mandare in onda una versione della tragedia di Sofocle “Antigone”, censurata perché pericolosa nel clima politico agitato di quegli anni.
Sofocle viene considerato “eversivo per l’ordine costituito” e il personaggio di Antigone viene paragonato ai terroristi del gruppo “Baader-Meinhof” e le sue parole censurate.
Questo è solo un piccolo esempio della potenza simbolica, tuttora attualissima, del personaggio di Antigone che nella tragedia darà sepoltura a suo fratello Polinice opponendosi all’ordine del re Creonte di lasciarlo fuori dalle mura della città insepolto e in pasto ai cani e agli uccelli.
Antigone pagherà di persona per questo suo coraggioso intervento, incarnando così il tema della disubbidienza, dell’insubordinazione al potere politico. Come nel caso di Polinice, anche ai tre terroristi della Raf, trovati morti nelle loro celle nell’autunno ’77, verrà lungamente negata la sepoltura dai sindaci di diverse città tedesche e solo quello di Stoccarda avrà compassione per loro accordando il permesso di farli seppellire.

Laboratorio di teatro fisico e danza per disabili fisici motori

condotto da Anna Albertarelli e Roberto Penzo

senzalimiti.jpgSENZA LIMITI è un laboratorio di movimento creativo rivolto ad un gruppo di disabili fisici – motori e abili volontari nel quale poter esplorare insieme la propria capacità motoria ed immaginativa nello spazio in relazione a stimoli visivi, musicali e percettivi. Il gruppo seguirà un percorso di teatro – fisico, in cui studiare e ricercare i possibili espressivi legati al gesto, al quotidiano, alla costruzione di un linguaggio corporeo non verbale sperimentato nello spazio, in relazione ad oggetti ed altri corpi al fine di acquisire valore e significato. Si prevede lo studio di esercizi gestuali ed espressivi di teatro – danza, tali da accrescere manualità e mobilità tramite l’utilizzo di oggetti scenici, in realzione tra abili e disabili. Inoltre verranno utilizzate esercizi e tecniche provenienti dalla danza contemporanea e contact improvisation parte integrante del lavoro grazie al quale i corpi hanno infinite opportunità di relazione e interazione.

Il laboratorio si sviluppa in 12 incontri, i primi 6 conoscitivi – creativi in cui viene attivata la conoscenza del proprio corpo nello spazio, in relazione agli altri e al proprio movimento; gli altri incontri si concentrano sulle tematiche ed esercizi proposti fino a giungere alla conclusione con una breve composizione presentata al pubblico come anteprima del lavoro elaborato.

QUANDO? Ogni venerdì dalle ore 15 alle 18 a partire dal 07 Marzo 2014
Costo:75€ mensili

 

per maggiori informazioni:
Leggere Strutture Art Factory
Via Ferrarese 169/A, Bologna
tel. 051.0951158/59
segreteria@leggerestrutture.it

L’ANTICA SAGGEZZA DEI CHAKRA

Per applicare un’antica scienza orientale al vivere quotidiano

I centri di energia nel corpo umano sono individuati secondo l’antica dottrina indiana dei Tantra nei “Chakra”; queste “ruote”, o “vortici” di energia rappresentano punti del corpo in cui viene elaborata, accumulata e trasmessa l’energia del corpo influendo sugli stati psicofisici dell’individuo. Esistono numerosi Chakra (la medicina orientale parla di oltre 1900), ma noi ci occupiamo in modo particolare dei sette Chakra principali allineati, secondo la tradizione, su di una linea verticale, pressoché corrispondente alla colonna vertebrale.

- Un ciclo di 9 incontri, tutti i giovedì dal 13 febbraio al 10 aprile di cui 7 serate di 1 ora e ½ con Adriano Pilani e Mario Fontanella (dalle 20.45 alle 22.15) 2 serate di approfondimento di 2 ore del Metodo Self con Sauro Tronconi (dalle 21 alle 23)

GIOVEDÌ 06 FEBBRAIO ALLE ORE 20.45 SERATA GRATUITA DI PROVA!

PROGRAMMA CORSO SUI CHAKRA

 

Per maggiori informazioni:

ESPANDE BOLOGNA

tel. 380.7981822 – email bologna@espande.it – www.espande.it

DOWNLOAD PROGRAM

Voci dalla Factory

  • Stiamo lavorando alla creazione di performance da presentare come primi studi e work in progress.

    DANCE'S START UP
  • Allestiamo un Mercatino Social per offrire un dono di natale ad un famiglia del quartiere in condizioni economiche ristrette.

    SOCIAL STREET
  • Stiamo lavorando alla programmazione dei workshop e artisti per il nuovo anno da ospitare in Factory, tante nuove news e importanti incontri! Vi teniamo aggiornati.

    STAFF

segreteria@leggerestrutture.it

051.0951158/59

LEGGERE STRUTTURE ART FACTORY - Via Ferrarese, 169/a 40128 Bologna

 

Contatti

Loading

Back to Top